Ricordate quando i vecchi quotidiani venivano utilizzati come carta igienica?

Che fai, condividi?
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

La cosa che tanto stupisce, non è tanto l’allarmismo creato dai media, si sa loro vivono di questo, ma il fatto che non si tenga conto di quanto il progresso non gli consenta più di farlo. Mi riferisco al tanto vituperato argomento di questi giorni, quello del fantomatico collasso dei pronto soccorso; sanno i giornalisti ed i politici che tanto amano apparire in televisione, magari ospiti della D’Urso, che quasi tutte le regioni d’Italia hanno messo a disposizione dei cittadini, un’applicazione che consente loro di sapere qual è la situazione…

Continua...

Non è surreale, caro il mio governo!

Che fai, condividi?
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Scontri a Palermo, Milano, Roma, Firenze, Napoli, Bologna, ecc… ecc… Scontri, scontri…! C’era d’aspettarselo, caro il mio governo; intervieni sul diritto al lavoro ed il popolo si ribella. Cosa immaginavi di poter continuare, tranquillamente, ad agire con i tuoi DPCM illogici, mal strutturati, da avanspettacolo, se non fosse per il rispetto che meritano in quanto provvedimenti dello Stato, confidando nella cieca obbedienza dei cittadini? Davvero eri certo di questo? La violenza non è mai accettabile e, si sono d’accordo, ma tu sai che quella violenza è da te voluta e…

Continua...

Il discorso di Papa PAOLO GIOVANNI II – Non abbiate paura –

Che fai, condividi?
  • 10
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Ai giovani rivolge il suo discorso durante la XVIII Giornata mondiale della pace; “…perseguire nel rispetto per la verità… e per gli inviolabili diritti della persona umana.” […] “Il primo invito che voglio rivolgervi, giovani uomini e donne di oggi, è questo: Non abbiate paura! Non abbiate paura della vostra giovinezza e di quei profondi desideri che provate di felicità, di verità, di bellezza e di durevole amore! Si dice qualche volta che la società ha paura di questi potenti desideri dei giovani e che voi stessi ne avete paura.…

Continua...

Dipendiamo, in tutto e per tutto, dalla “rete” e ce lo dicono pure (in qualche modo…)!!!

Che fai, condividi?
  • 10
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    10
    Shares

Avete mai visto il documentario “Social Dilemma” (chiunque volesse guardarlo, lo trova su Netflix)? Non c’è nulla, ma proprio nulla, che dipenda da noi, quando siamo dentro un social network! Ogni pensiero, ogni piccolo gesto, ogni idea, anche quella che mi sta portando a scrivere queste parole, è programmata, voluta e calcolata dai “grandi” dei social media, per fare denaro! Ecco perchè, come dicevo nel precedente post, occorre uscire, organizzandosi tutti quanti, da questi strumenti (in realtà, siamo noi ad esserlo per i loro scopi…) e unirsi nella realtà, quella…

Continua...

E’ ancora possibile trovare la parte “ragionevole” di ogni individuo?

Che fai, condividi?
  • 7
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Questione alquanto controversa, dal momento che per definizione ciò che è ragionevole è legato al conformismo del momento che, come ben sappiamo, è una totale, o quasi, deferenza nei confronti delle opinioni e delle abitudini o gusti della maggioranza o delle direttive del potere. Il conformismo creato da quel potere, appunto, è la questione da porre sul tavolo di un dibattito serio e non mere teorie complottistiche che, per quanto valevoli sotto un profilo logico-razionale, non saranno mai trattate come “tesi” dal potere costituito, dal momento che esso stesso ne…

Continua...

Ahimé…il bavaglio!!!

Che fai, condividi?
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

La simbologia di un semplice feticcio, lo straccetto oggi tanto nominato, quale simbolo, appunto, della certezza di non morire espressa anche attraverso la forzatamente ridotta espressività facciale, rappresenta il processo di omologazione che prelude all’asservimento totale a un regime totalitario esteriormente forte e rassicurante.

Continua...