TANTO A CHI TOCCA, TOCCA!

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Er tempo de sicuro ce dirà
se sta pandemia era verità!

Pe’ adesso, sapemo solamente
c’hanno inventato li falsi malati
e more de paura la povera gente
e me dispiace che sò tutti lobotomizzati
,

che manco ai numeri sanno dà retta;
i cervelli de sti cretini sò atrofizzati,
ma che ce potemo f’fà, quella è gente, poretta,
che ragiona solamente come a li coglioni,
fanno parte, senza sapello der popolo barzelletta.

Sò quattro cristi spaventati che viveno de illusioni
che nun se sò accorti, ma manco pe’ niente,
che ce stanno a piglià pè na massa de minchioni.

E allora noi, che potessimo f’fà?
E niente! Tutt’a società dovessimo rifà
e siccome che proprio nun potemo
ce ne sbattemo er cazzo e bevemo

alla salute der popolo forte, intelligente,
alzando il bicchiere senza vergogna
brinnanno alla salute de tutta la gente,
perchè tanto a chi tocca ‘n se ‘grugna
!

Valerio Villari

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   "Da Pechino solo bugie. Covid nato a settembre. Basta coi finti virologi"