A Palermo se ordini la pizza ti ritrovi i Carabinieri dietro la porta di casa, pronti a sfondarla

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

E’ successo ad una cittadina palermitana a cui va tutta la nostra solidarietà per quanto accadutole. Nel suo profilo è possibile leggere:

Mi è successa una cosa inaudita.
ho ordinato una pizza e sotto casa, SOTTO CASA, per ritirare la pizza 7 FORZE dell ordine hanno PRETESO LE MIE GENERALITÀ, ho spiegato che il ragazzo del delivery ha ritardato, sebbene mi aveva avvisato che era giu! Mi hanno intimato che avrebbero chiesto al ragazzo che mi portava la pizza le mie generalità. il ragazzo nel frattempo arriva con pizza in mano, ed io coi soldi in mano pronti pago e salgo. mi hanno inseguito fino a su!
Stellino , il mio cagnolino MUTO!
spero che in tutto questo marasma abbia almeno fatto pipì!
e ora, se x caso la deve fare che faccio??????
come è possibile che non si può scendere???
ed inoltre, DOMANDONA, ma che miiii…….a centra tutto questo con il COVID!!!
Eh no, con la pandemenza tutto questo non c’entra assolutamente nulla, mi dispiace per quanto ti sia accaduto e nonostante credo occorra ringraziare le FF.OO. per il lavoro che quotidianamente svolgono, mi pare plausibile affermare che una certa elasticità non farebbe male al rispetto che meritano e che in questo periodo stanno mettendo in gioco, alcuni di loro, senza rendersene conto. Riporto anche il video, dalla mia concittadina girato, durante il controllo subito, ricordo, per aver ritirato una pizza consegnatale a domicilio, mentre indossava la mascherina e proprio nel portone dell’edificio dove si trova casa sua.
 

Buona visione, soprattutto a tutti quei soggetti, gli ipocondriaci che con il loro silente assenso a tutto quanto viene ordinato dal governo, contribuiscono alla formazione di un regime di polizia senza precedenti nella nostra storia.

 
 

 

Leggi pure:   Zingaretti pensa forse al Lockdown?
Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.