COVID – E poi, però, qualche riflessione è necessario farla!

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per quanto si possa essere distanti dalle ipo-tesi suggerite dal main-stream quotidianamente, per quanto non si condividano le motivazioni alla base delle regole imposte dagli innumerevoli DPCM, per quanto si possa e si deve essere liberi di decidere per se stessi, senza con ciò intaccare la libertà altrui e la paura di qualcuno non può e non deve limitare la mia…

…per quanto tutto sopra, qualche riflessione occorre farla, altrimenti rischiamo di diventare dei farlocchi come molti esponenti del governo, che di tanto in tanto sparano qualche cazzata, o come uno di quei veterinari zanzarologi che improvvisamente si sono dati alla virologia diventandone esperti di fama “internazionale”.

E… andiamo alle riflessioni:

Prima su tutte; il mainstream, televisioni e stampa di regime, per intenderci, bombardano quotidianamente con notizie in linea con quelle ufficiali, operazione per la quale il governicchio attuale versa lauti compensi alle varie testate coinvolte nell’operazione. Vero è, ma è anche vero che, dall’altro lato, ovvero i media di contro-informazone, non fanno da meno e ciò non è cosa positiva per nessuno di noi. Se da un lato lo Stato paga i media per diffondere le loro notizie, dall’altro i media di controinformazione chiedono soldi sotto forma di “offerte” o “abbonamenti vip”, per continuare a proporre le loro; insomma il denaro, ovvero il business esiste da entrambe le parti e già questo, di per sè toglie veridicità alle due posizioni per quanto contrastanti. Ma il bombardamento è anche “materiale”; gruppi che inviano quotidianamente anche fino a 1000 e più notizie al giorno, pescate nella rete e senza mai controllarne le fonti (quale serietà ci sarebbe in un’informazione così elargita?), pagine che pubblicano video decontestualizzati, interviste a metà ed estrapolazioni senza senso, se non quello di convincere che esista un disegno politico-mondiale contro l’umanità!

Personalmente, ricevo ogni giorno migliaia di notifiche, ovviamente silenziate, altrimenti non potrei proprio vivere, dai molteplici e vari gruppi QAnon che, credetemi, sono una vera e propria chicca, qualcosa da cabaret di infima classe e non solo, ne ricevo anche, in quantità minore comunque, dai gruppi Trumpiani (dice; ma perchè non ti elimini da questi gruppi? Lo farò quando lo riterrò opportuno; quando non avrò più la forza di sopportare il male allo stomaco dovuto alle risate che mi provocano…), gruppi, quelli legati alle elezioni americane, che ormai rasentano, anche loro, il ridicolo e qui, passo all’altra riflessione…

Leggi pure:   L’umanità è sempre stata globalizzata

Se vogliamo essere presi sul serio, facciamo attenzione a cio che pubblichiamo e condividiamo, ma soprattutto ai tempi, perchè pubblicare, che so… un video di tre anni addietro, spacciandolo per attuale, o un articolo di giornale di sei mesi addietro, non favorisce in alcun modo la lotta che vorremmo condurre ed inoltre, ma questa è una mia considerazione del tutto personale, per favore, smettetela co’ sta cosa di Trump salvatore dell’Italia, fate ridere il mondo intero con questa teoria; ma davvero credete che l’uomo più potente del mondo, ex ormai, s’interessi anche solo minimamene di una nazione come la nostra che, in questo momento per gli USA ha, politicamente, lo stesso valore di una mascherina? Ed ancora, cercate di essere un po’ più orgogliosi di voi stessi; davvero volete essere salvati da un americano? Non siamo capaci noi stessi di farlo? Sarebbe questa la forza del nostro popolo, quella di aspettare che uno straniero venga a salvarci? Ma la nostra storia che fine ha fatto nei vostri ricordi? Io avrei vergogna, mi sentirei debole ed un inutile italiano nell’urlare: “Sta arrivando Trump e ci libererà dall’oppresisone del governo…”. Si mi sentirei come qualcosa da gettare nell’immondizia, proprio come quella che al momento sta invadendo la mia città (Palermo…n.d.r.).

Se accusiamo qualcuno o qualcosa di usare l’informazione per controllare le masse, non possiamo fare altrettanto utilizzando le stesse tecniche. Dice, ma noi non vogliamo controllare nessuno! Non è così! Anche la contro-informazione, vuole convincere, vuole far cambiare idea, vuole dirigere il pensiero verso il senso contrario a quello unico; non è, forse, un tentativo di manipolazione anche questo?

Leggi pure:   Le previsioni azzeccate del futurologo Ray Kurzweil

Occorre istruire verso la libertà di pensiero e questo non si può fare, inculcando il proprio. Dopotutto è di ciò che accusiamo lo Stato, no?

In conclusione; si alla contro-informazione libera, ma senza business alle spalle. In questo periodo sono nate troppe star del web, troppi movimenti, troppe radio, troppe tv, troppi canali, troppi gruppi…troppo di troppo ed il troppo, da che mondo è mondo, storpia.

Guardo la tv e le piccole inutili star, mi bombardano con il Covid ed i suoi numeri, vado in rete e le nuove piccole inutili star, mi bombardano con il Covid ed i suoi numeri, contrari ai primi, ma sempre numeri restano.
Non vi siete ancora stancati? Quando inizieremo, come in Francia, a fare sul serio? Come i nostri italiani per liberarci dall’oppressore tedesco, pronti a morire per la libertà? Come i nostri studenti durante i movimenti del ’68?
Internet ci ha rincoglioniti o siamo nati coglioni?

Sono certo della buona fede di alcuni personaggi e del valore di quanto stanno facendo per aiutare il popolo ad aprire gli occhi, ma sono pochi, molto pochi, gli altri cercano solamente visibilità e denaro e non chiedetemi di fare nomi, perchè non credo sia necessario, per scoprirlo basta comprendere che, chi chiede di condividere il proprio video, post, articolo e quant’altro, non ha fiducia nel valore del proprio lavoro e quindi, ci si dovrebbe domandare autonomamente, quale valore aggiunto possa avere, quel lavoro stesso, per aiutarci a raggiungere il nostro obiettivo, se l’autore, prima che altri, non lo ha considerato tanto valevole da doverne chiedere la divulgazione?

 

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Quanto costeranno i vaccini per i cittadini europei