Covid – Natale – E’ Eresia il fatto che lei sia ministro sig. Boccia

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

No, caro sig. Boccia, non è eresia far “nascere Gesù due ore prima“, è semplicemente da idioti patologici pensarlo!
E’ eresia il fatto che un individuo spregevole ed amorale come lei sieda su quella poltrona. E’ eresia il fatto stesso che Gesu’ le consenta di proferire simili cretinaggini. E’ eresia la sua stessa esistenza, sig. Boccia!

Mc 1,40-45 [In quel tempo] venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito la lebbra scomparve

Forse che questo Covid, così tanto importante per lei e per gli stupidi come lei, vale meno attenzione da parte del Gesù, rispetto alla lebbra di quei tempi?

Forse che i credenti, coloro i quali sono guariti grazie alla fede e ad una stabile mente, non certo grazie ad una classe medica, quella odierna, che preferisce i salotti tv al lavoro per cui sono profumatamente pagati, non hanno il diritto di ringraziare il Signore loro e di accoglierlo festosamente come merita, puntualmente?

Perchè non modifica lei il suo certificato di nascita, sig. Boccia? Faccia in modo, non solamente di cambiare l’orario, magari spostandolo di qualche ora, ma lo cancelli dagli archivi del comune dove ha avuto luogo la sua “sfortunata” (almeno per qualcuno di noi….) venuta al mondo!

Lei e tutti i colleghi del suo governo farlocco, state superando ogni limite di sopportabilità, si ricordi che Gesù guarì il “posseduto” e ricordi, altresì, quale fu la fine che fece quella “legione” di demoni! Sono certo che dovremo rivolgerci a Lui per liberarci della vostra presenza;

…Giunsero all’altra riva del mare, nel paese dei Gerasèni. 2Sceso dalla barca, subito dai sepolcri gli venne incontro un uomo posseduto da uno spirito impuro. 3Costui aveva la sua dimora fra le tombe e nessuno riusciva a tenerlo legato, neanche con catene, 4perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva spezzato le catene e spaccato i ceppi, e nessuno riusciva più a domarlo. 5Continuamente, notte e giorno, fra le tombe e sui monti, gridava e si percuoteva con pietre. 6Visto Gesù da lontano, accorse, gli si gettò ai piedi 7e, urlando a gran voce, disse: «Che vuoi da me, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Ti scongiuro, in nome di Dio, non tormentarmi!». 8Gli diceva infatti: «Esci, spirito impuro, da quest’uomo!». 9E gli domandò: «Qual è il tuo nome?». «Il mio nome è Legione – gli rispose – perché siamo in molti». 10E lo scongiurava con insistenza perché non li cacciasse fuori dal paese. 11C’era là, sul monte, una numerosa mandria di porci al pascolo. 12E lo scongiurarono: «Mandaci da quei porci, perché entriamo in essi». 13Glielo permise. E gli spiriti impuri, dopo essere usciti, entrarono nei porci e la mandria si precipitò giù dalla rupe nel mare; erano circa duemila e affogarono nel mare…

Farete la “fine dei porci” lei e tutto il governo in carica, sig. Boccia?
Lasci in pace il Natale e si, la smetta di dire Eresie, non siete buoni a nulla!!!

Leggi pure:   E' ancora possibile trovare la parte "ragionevole" di ogni individuo?

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.