Da esseri biologici ad esseri digitali. Il passo è breve – Covid il tapis roulant!

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Abbiamo già parlato di transumanesimo, dell’occasione da questo colta grazie al Covid ed anche del dr. Schwab, quest’ultimo, da sempre globalista, come già accennato nel precendete post, a tal proposito conferma la sua tesi:

“IL GRANDE RIPRISTINO” PORTERA’ A UNA FUSIONE DELLA NOSTRA IDENTITA’ FISICA, DIGITALE E BIOLOGICA GRAZIE AL MICROCHIP

Klaus Schwab  ha chiarito che il transumanesimo è parte integrante di “The Great Reset” quando ha affermato che la quarta rivoluzione industriale “porterebbe a una fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica”, e nel suo libro chiarisce che avverrà grazie ad un microchip in grado di leggere i pensieri.
Come abbiamo evidenziato in precedenza, ” The Great Reset “ sta attirando tantissima attenzione all’indomani della pandemia di coronavirus, che il primo ministro canadese Justin Trudeau ha  definito  “un’opportunità per un reset”.

L’agenda si basa principalmente sullo smantellamento dell’attuale sistema capitalista a favore di un governo tecnocratico centralizzato che porterà a standard di vita più bassi, meno consumo di carburante, meno libertà civili e un’automazione accelerata dei posti di lavoro.

Tuttavia, un altro aspetto chiave di ” The Great Reset “, o la “quarta rivoluzione industriale” come la chiama Schwab, è la fusione tra uomo e macchina.

“Ciò a cui porterà la quarta rivoluzione industriale è una fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica”, ha detto Schwab al Chicago Council on Global Affairs.

Leggi pure:   DAL COVID-19 SI GUARISCE: I DATI CHE NON FANNO MALE

Schwab ha continuato spiegando come il suo libro, ” Shaping the Future of The Fourth Industrial Revolution “, sia particolarmente popolare in Cina, Corea del Sud e Giappone.
Nel libro, Schwab spiega con entusiasmo come la tecnologia in arrivo consentirà alle autorità di “intromettersi nello spazio fino ad ora privato della nostra mente, leggendo i nostri pensieri e influenzando il nostro comportamento”.

Continua a prevedere che ciò fornirà un incentivo alle forze dell’ordine per implementare  programmi pre-crimine in stile Minority Report.

“Man mano che le capacità in quest’area migliorano, aumenterà la tentazione per le forze dell’ordine e i tribunali di utilizzare tecniche per determinare la probabilità di attività criminale, valutare la colpa o addirittura recuperare i ricordi direttamente dal cervello delle persone”,

scrive Schwab.

“Anche attraversare un confine nazionale potrebbe un giorno richiedere una scansione cerebrale dettagliata per valutare il rischio per la sicurezza di un individuo”.

Schwab è anche positivo sul sogno utopico transumanista condiviso da tutti gli elitari che alla fine porterà alla creazione di cyborg umani.
” Le  tecnologie della quarta rivoluzione industriale non smetteranno di diventare parte del mondo fisico che ci circonda: diventeranno parte di noi”,

scrive Schwab.

“In effetti, alcuni di noi sentono già che i nostri smartphone sono diventati un’estensione di noi stessi.

“I dispositivi esterni di oggi, dai computer indossabili agli occhiali per realtà virtuale, diventeranno quasi certamente impiantabili nel nostro corpo e nel nostro cervello”.

Schwab sostiene anche apertamente qualcosa che i media sostengono ancora essere solo un argomento di discussione per i teorici della cospirazione, vale a dire “microchip impiantabili attivi che rompono la barriera cutanea del nostro corpo”.

Leggi pure:   Chi è Petru Fudduni?

Il globalista saluta l’arrivo di “dispositivi impiantati (che) probabilmente aiuteranno anche a comunicare pensieri normalmente espressi verbalmente attraverso uno smartphone” integrato “e pensieri o stati d’animo potenzialmente inespressi leggendo le onde cerebrali e altri segnali”.

Quindi, in altre parole, la “fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica” si riferisce alla singolarità transumanista e ad un futuro in cui le persone hanno tracciato ogni loro movimento e ogni pensiero letto da un  microchip impiantabile .

Non è una “teoria della cospirazione” quando  ti dicono apertamente cosa vogliono fare e questa pandemia sta facilitando il raggiungimento di questi obiettivi, grazie alla cieca obbendienza degli ipocondriaci mascherinizzati.

Fonte

 

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Pandemenza sociale: i poveri «post Covid» sono centinaia di migliaia in più