I cretini a Palermo non mancano mai

Pannello imbrattato
Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I cretini a Palermo non mancano mai

… le foto di Papa Francesco e quella del fratello di Don Pino Puglisi che si trovano vicino alla casa del Beato in piazza Anita Garibaldi a Palermo sono state imbrattate con della vernice rossa; un atto semplicemente deplorevole e sintomatico di una società incivile, sicuramente opera di individui ignoranti, insomma di quei cretini che a Palermo non mancano mai. E dispiace che a farne le spese sono sempre ragazzi innocenti abitanti a Brancaccio, quartiere non certo famoso per la sua tranquillità. Inutili gli sforzi di operatori sociali e della chiesa se ancora si devono ricevere simili notizie. La strada è ancora lunga, ma la speranza è dura a morire.

Pannello imbrattato
Il pannello imbrattato in Piazzetta Beato Padre Pino Puglisi

Gli scatti sono esposti dal 15 settembre del 2018 durante la visita del Pontefice nel capoluogo siciliano a 25 anni dalla morte di don Pino Puglisi.
“Mai nessuno da allora aveva toccato nulla – dice Maurizio Artale del Centro Padre Nostro – qualcosa è successo nonostante il grave gesto. Un segno importante. Una donna è scesa per strada e ha raccontato ai carabinieri di avere visto un gruppo di giovani che attorno alle 23 stava in piazza facendo baldoria”. Sull’episodio indagano i carabinieri per risalire agli autori del gesto.

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Adesso l'Italia sarebbe pure colpevole della pandemia nella mondo