I senzatetto che rubano cibo nel reparto Covid del San Camillo e chi si arricchisce con la Pandemenza

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I clochard entrano ed escono quando vogliono e rubano anche il cibo ai pazienti nel reparto Covid più grande della Capitale.

Un video choc arriva da Roma e mostra come alcuni senza fissa dimora siano diventati i padroni del reparto Covid più grande della Capitale, quello che si trova all’interno dell’ospedale San Camillo.

La cosa non dovrebbe stranizzare più di tanto. Anche il prof- Zangrillo, infatti, ha dichiarato che negli ospedali il 65-70% va chi ha bisogno di “alloggio”, ringraziamo invece il governo in carica per tutte le farloccate che sta facendo al solo scopo di farne arricchire gli individui farlocchi che lo compongono.

E se qualcuno, ancora, non credesse al fatto che questa Pandemenza serve ed è servita a fare arricchire molti personaggi, allora il mio consiglio è quello di visionare quest’altro video che, almeno a persone intelligenti (se avete capito che indossare le mascherine non serve a nulla, forse ne fate parte…), dovrebbe far riflettere su molti aspetti del demente periodo che stanno costringendo a vivere.

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   L’inquietante report firmato Rockefeller del 2010 che parla di quanto sta accadendo oggi