Il futuro che verrà! E la colpa sarà solamente delle pecore imbavagliate

Featured Video Play Icon
Che fai, condividi?
  • 76
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    76
    Shares

Il futuro che verrà!

E non stupitevi se così sara!
L’accettazione incondizionata, la psicosi da mascherina, il delirio collettivo indotto dal potere del governicchio attuale, sta favorendo il cammino verso il “nulla”, verso una nuova società transumanista che niente avrà di somigliante alla società che tutti conosciamo.
Avete accettato il “distanziamento sociale”, accettate il divieto di vedere, stringere ed abbracciare i vostri cari, inculcandovi che questo “sacrificio” sia per il loro bene che per il vostro quando, nella realtà stanno solamente addestrandovi, stanno riducendo le vostre coscienze, la vostra morale allo stesso livello di quella di una pecora.

Ma forse eravate già così, forse da sempre fate parte di quei soggetti che pur di liberarsi dei loro anziani, li rinchiudono nelle case di riposo e lì, proprio lì ve li stanno uccidendo! Che vi stiano facendo un favore e per questo, ipocritamente, sostenete la valenza di ogni DPCM firmato dal Conticchio?

Ma si! Non si spiegherebbe altrimenti il come sia possibile accettare evidenti contraddizioni ed inesattezze. Adesso correrete verso il vaccino e me lo auguro, me lo auguro davvero… chissà che, finalmente, non ci si liberi della vostra idiozia e… per sempre!

Svegliarsi? Ormai è inutile anche solo parlarne con gli “appecorinati”; sono talmente tanto abbrutiti dal sistema che, alla fine, dovremo difenderci noi “sani” da loro. Eh già, loro saranno i nostri nemici e ciò è quanto si desiderava raggiungere.
Laddove regna il caos, chiunque giunga con un messaggi rincuoranti, regnerà sovrano e lo sta già facendo, ma non ve ne siete resi conto, vi hanno addestrato a NON VIVERE per NON MORIRE, quindi non sarete mai più all’altezza di COMPRENDERE!

Leggi pure:   L'invasione degli UltraCovid

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.