Il presidente Mattarella convoca il Consiglio Supremo della Difesa – Povera Italia

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Presidente Mattarella ha convocato il Consiglio Supremo di Difesa per martedì 27 ottobre

Il nostro paese affondato da un branco di ipocondriaci mascherati?

Speriamo non accada ciò che penso!
Fino a questo momento, non potendo legiferare su un eventuale coprifuoco, hanno imposto la chiusura delle attività, di determinate attività, ma la gente esce lo stesso ed allora…
 
 
… con lo “stato di guerra”, potranno fare questo ed altro!!

Sta accadendo qualcosa di molto complesso… pochi hanno compreso a cosa sta servendo questa pandemia farlocca, certamente non gli imbavagliati ipocondriaci!!!

Comunque, nessuna guerra, ma un grosso ribaltamento all’interno delle istituzioni nei prossimi mesi, si aspettatevelo!
 
Povera Italia, che Dio ce la mandi buona; un virus che uccide meno di qualunque altra malattia viene promosso allo stato di Killer della nostra società graze a politicanti corrotti ed alle lobbies farmaceutiche.
Povero paese nostro, ti ritroverai con un gregge imbavagliato quale popolo e sarai deriso dal mondo intero!
 

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Covid19, quali misure potrebbe contenere il DPCM del 15 ottobre?