Il progetto del passaporto vaccinale è globale – Salvate i bambini –

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il progetto del cosiddetto “passaporto vaccinale” o “patentino”, come lo stanno battezzando in questi giorni i media di regime, è un progetto ufficiale e globale, va da sè che le dichiarazioni dei farlocchi di governo di questo periodo, sono chiaramente, l’espressionde della loro obbedienza a poteri più forti!

La stessa pandemenza è parte di un progetto ben congegnato ed apocalittico. Facciamo attenzione!

In sostanza, siamo governati da un manipolo di indivdui ammaestegli italiani, ciecamente obbedienti per la paura di morire a causa di un virus, che uccide meno di moltissime altre malattie alle quali, tutti, quotidianamente siamo esposti!

Mi pare chiaro che tutte le azioni in essere del governicchio vanno nella direzione, agendata, del progetto a cui facevo riferimento. Fatevi pure vaccinare, ma vi prego salvate i nostri figli da questa follia governativa!

Per non lasciarvi dubbi a riguardo, vi posto il pdf del documento originale della commissione europea:

Buona vita a tutti quanti

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Morani accende Twitter: "Tamponi sono gratis e banchi servivano"