Il vaccino, la nostra storia, il futuro e la paura!

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Se perde Mr. Vaccino, perde il popolo, potrebbero dire con uno slogan gli occupanti dell’Esecutivo di questo paese, e me ne scuso, ma la sostanza è quella. Se vince Mr. Vaccino vincono i ricchi, le grandi multinazionali, e gli appetiti dei corrotti di Stato.

I nostri notiziari di regime, non li si può chiamare diversamente, uniti nella ricerca del sig. Vaccino con il numero percentuale più alto di presunta efficacia, ci informano zelanti, per aiutarci a meglio comprendere il valore di questa abominevole pratica (…il vaccino), dei risultati dello sforzo fatto da operatori sanitari che, (…amano stare in tv o nei social, piuttosto che lavorare…) tamponando a destra e manca, alla ricerca di positivi asintomatici, tanti da potere dimostrare la veridicità di un’emergenza sanitaria, nei fatti farlocca, dichiarando con questa tecnica infodemica la necessità di qualuque vaccino ci verrà propinato, obbligato. E non accadrà solamente in Italia, no infatti, pressochè in tutto il mondo, ma anche in tutti quegli Stati che “non riconoscono”, meglio, hanno deciso che la “Sovranità del Popolo” non fosse più “primo” valore di ogni democrazia.

Ora, al di là dei dati privi di valore che ogni giorno vengono divulgati, dovremmo chiederci in base a quale etica, morale o politica che sia, si è permesso di disconoscere valori costituzionali, quali la Libertà Indivduale, in nome di un non meglio specificato “diritto alla salute sociale”; come si può pensare ad una cura senza libertà? Ma, ancora, come si può pensare ad una vita lasciandone ad altri il controllo. Si rimane sbalorditi dal silenzio con cui la maggioranza del popolo accetta con tacita riverenza la menzogna sostanziale che questa pandemenza ci racconta tutti i giorni. In sintesi:

  1. Si accetta come ovvia e legittima ogni decisione presa da un governo mai eletto dal popolo.
  2. Non si rileva che i dati (meramente numerici e, spesso, assoluti), “non riconoscono” la realtà dei fatti lasciando adito a dubbie operazioni d’influenza socio-politica, o a veri e propri golpe info-demici anche quando variamente camuffate, tutte le notizie sono poste da personaggi del mainstreaming al soldo del governo da cui in sostanza prendono ordini.
  3. Si tace sulla libertà di espressione e di parola. Le notizie subiscono una censura diretta ed indiretta, come soltanto ai tempi di Hitler è accaduto. Anche nei social, la comunicazione è rigorosamente controllata e filtrata ed ogni notizia non in linea con il pensiero unico del regime autoritario in essere, viene immediatamente cancellata.
Leggi pure:   Chi si farà vaccinare e “testare” regolarmente risultando negativo al virus potrà condurre una vita normale…

Personalmente non sono un complottista o negazionista (come amano definire i farlocchi del regime chi non è in linea con le loro idiozie…), non mi sono mai trovato d’accordo con i flash mentali dei terrapiattisti e dei QAnonici Trumpiani, tutto questo è lontano dalle mie capacità d’intendere la politica e anche dalla realtà della mia esistenza e ritengo anzi, che continuare a propagare argomentazioni d’indubbia fonte, vada contro l’interesse del popolo e che sia un grave errore, con il dubbio che tali azioni siano operate delle forzature istituzionali sotto mentite spoglie; è a causa di queste che, quasi tutto viene censurato, scivolando nel calderone delle idiozie.

Ma la questione è: ci si può difendere dalle azioni golpiste di questo governo? Quanto meno da quella che, pare, vogliano intentare con l’introduzione del passaporto sanitario o patentino vaccinale che dir si voglia, quindi con un “vaccino” obbligatorio? Azioni, tentativi, questi, portati avanti secondo un piano ben preciso, un progetto, per quanto ci riguarda, ufficiale ed agendato dal parlamenteo europeo, una guerra psico-sociale perpetrata attraverso forme di un crescente ed estremo terrorismo giornalistico, sostenuto, nonchè sovvenzionato, dal governo stesso, in particolare dai gruppi PD e 5Stelle (i traditori del popolo intero…) e soprattutto da questa pandemenza, in modo “democratico”?

La storia proprio non ci insegna nulla? Le questioni davanti alle quali ci si trova a me pare siano le seguenti:

  • Chi sono e cosa rappresentano le “opposizioni” oggi?
  • E che cosa è in gioco in tutto il mondo?

La mia risposta è racchiusa in una parola magica e maledetta: “denaro”. Il controllo del denaro, delle economie a livello globale del Pianeta è evidentemente un dato fondamentale, oggi più che venti o trent’anni fa. Ma la risposta deve altresì guardare al significato, reale e simbolico, di tutto quanto: le nostre vite, in particolare quelle dei nostri figli. Al timore, almeno per quanto mi riguarda, di un futuro transumano; obiettivo di una determinata elìte sociale.

Leggi pure:   Belgio, il paese dove la polizia potrà suonare alla porta per controllare quante persone siedono alla tavola di Natale

Non mi piacciono i dittatori, ripeto instancabimente. Ma ho terrore di quello che verrà dopo? A chi attribuiremo le centinaia di migliaia di morti adesso pianificate? Le distruzioni di beni di economie di civiltà, in tutti i Paesi coinvolti da questa pandemenza globale? E chi ha il diritto di decidere sulle chi, quanto e come dovrà vivere? Bill Gates? Trump? Il Papa? Lo stesso nostro ministrello “Conte”?
E quale, infine, sarebbe il modello di vita chje vogliamo insegnare ai nostri figli? Ma a questo dovrebe pensarci la scuola! Esatto! Bè, abbiamo la ministra (C)Azzolina, è vero! Allora permettetemi di avere un po’ di dubbi e di temere questo probabile futuro! La nostra democrazia è fallita, grazie alla psicosi collettiva generata e pilotata dal virus della paura di morire di un popolo debole che ha dimenticato il proprio glorioso passato!

Non dimenticate che in nome della tutela delle libertà “democratiche” abbiamo visto cadere regimi progressisti, nel passato remoto o nel passato prossimo. Quando il gioco si fa duro, ritengo che la causa del popolo vada difesa con ogni mezzo, anche al di là del galateo istituzionale e credo, questo sia il momento. Se perde Mr. Vaccino, perde il potere, potremmo dire con uno slogan, e non me ne scuso, la sostanza è quella. Se perde il sig. Vaccino vince il popolo, vince la libertà e con essa la democrazia!

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Vaccino Cinese: invalidità grave, ricovero in ospedale e altri "eventi clinicamente significativi"