IO SONO IMMUNO DEPRESSO E…

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Covid(iotismo) potrebbe provocare, ha provocato in molti casi un danno cerebrale.

Nella forma più grave convince l’infetto che utilizzare la mascherina in auto, mentre è da solo, sia una precauzione utile anche agli altri (?), ma pure in quella moderata (che richiede l’utilizzo continuo della mascherina, anche all’esterno), trasformando così il paziente in un soggetto altruista ed amorevole convinto di agire per il bene comune, senza rendersi conto che agli altri ( i soggetti intelligenti…) questa sua CovIdiozia fa solamente ridere.

Le indicazioni di un coinvolgimento patologico del cervello si possono notare nell’ipocondria naturale del soggetto auto-infettato e nella totale ignoranza dei numeri che riguardano la situazione globale del rischio pandemico, mai dichiarato quale pandemia e della sconoscenza dei valori di una società civile retta da una giusta informazione, dove fake news sono tutte quelle notizie non in accordo con i disegni politico-dittatoriali del governo attualmente in carica.

All’Università di Ovinolandia, infatti, sintomi clinici e neurofisiologici a livello cerebrale sono stati riscontrati in vari pazienti ricoverati dentro ovili non protetti, in assenza cioè, di opportune barriere d’isolamento cerebro-sociale e della cognizione della realtà dei fatti, ormai sotto gli occhi di tutti gli individui intelligenti del pianeta, ovvero i NON-COVIDIOTI!

Non molti casi, ma sufficienti quanto meno a creare, visto la promiscuità a cui venivano sottoposti, una nuova specie autoctona di Pecorone Italico.

Nell’indagine gli studiosi hanno utilizzato un ministro del consiglio farlocco nominato dal Presidente della Repubblica di Ovinolandia, noto assenteista ad oggi latitante di origine, stranamente Siciliana, portatore infetto di 5 stelle spente sulla testa al posto del cervello e che probabilmente ha ricevuto centinaia di Mattarellate sul cranio, con pecoroni italicus ricoverati presso l’ovile, a causa di Covidiotismo in forma leggera, moderata e grave e le hanno analizzate con l’utilizzo di mezzi sofisticati (tamponi già infettati dalla cretinaggine sociale…) alla ricerca di un cervello inesistente; paragonando, successivamente, i risultati con i dati raccolti durante l’epidemia politica, della quale gli stessi sono vittime inconsapevoli.

Leggi pure:   COSI'...TANTO PE' SFOGARME!!!

Covidiotismo Generico da Cretinaggine Genetica, la diagnosi finale, con cellule di POSITIVITA’ ASINTOMATICA, anch’essa fortemente infettiva all’interno della loro stessa popolazione.

Usare la mascherina è stata la cura a queste pecore suggerita, dal momento che la ritengono l’unica prassi valida ed opportuna, ma prescrivendo loro la semplice nozione, ad oggi non ancora assunta (recepita), che la paura intrinseca nella natura del Pecorone Italicus dovuta alla malattia; la Covidiozia appunto, non deve e non può ledere la libertà delle persone intelligenti che hanno deciso di vivere la loro vita dignitosamente e senza essere schiavi di un governo totalitarista e amorale!

LA MIA LIBERTA’ DI “NON INDOSSARE” LA MASCHERINA NON FINISCE DOVE INIZIA LA TUA PAURA!
SE HAI PAURA RESTA A CASA!!!

Valerio Villari

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Sgarbi, il vaccino e le contraddizioni OMS