La vita… secondo me

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La vita va vissuta,
anche quando la strada appare in salita e quando le ombre del bosco ti appaiono minacciose, inquietanti. Quando provi paura e si, devi saperlo, quello è il momento sbagliato per fermarsi, perché dalle incertezze nasce il dubbio e questo è alimento per la conoscenza.

La vita va vissuta,
perché può regalarti momenti estasianti; quando osservi un tramonto dalla cima di un monte o l’alba dalla riva del mare, per esempio, stringendo tra le mani un pugno di sabbia, soffice, umida, calda, intrisa di vita.

Si deve vivere la vita perché è come il grano che diventa pane nella brace luccicante dell’esistenza e perché è come la pioggia che alimenta i fiumi, che alimentano il mare, che è madre di tutte le vite.

E va vissuta, perché esiste l’amore e anche l’amore va vissuto, senza timore, come la vita, senza falso pudore, senza preoccuparsi dell’altrui morale.

Non cercare di costruire il futuro, quello sarà comunque; prova a progettare un passato diverso, domani che diverrà ieri, quando lo avrai vissuto, perché comunque lo vivrai ed allora meglio farlo con lacrime di gioia, ringraziando ciò che è stato, perché qualunque cosa accada, bella o brutta che sia, arricchisce.

Anche il dolore, si, anche il dolore è vita e da buon maestro ci insegna ad apprezzare il piacere che quotidianamente proviamo, ma che non elaboriamo, non lo riconosciamo, perché non viviamo, semplicemente esistiamo ed invece, invece

la vita va vissuta; fosse anche un solo momento, dobbiamo viverla, come fa la farfalla che regina si posa sul prato eppure, eppure semplice bruco fu il suo passato e così siamo: bruchi destinati a diventare meravigliose farfalle e
dobbiamo volarla questa vita,
dobbiamo volerla questa vita,
dobbiamo viverla questa vita.

Valerio Villari

Leggi pure:   Covid e Ottimismo

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.