Moderna è pronta al lancio globale del vaccino anti-Covid

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’azienda biotech Usa sta negoziando il prezzo con l’Oms

L’azienda biotech statunitense Moderna è pronta a lanciare su scala globale il suo vaccino contro il coronavirus e si sarebbe già assicurata 1,1 miliardi di dollari di depositi dai governi interessati all’antidoto denominato mRna-1273.

© CHANDAN KHANNA / AFP – Vaccino

E’ quanto rivela la stessa società nei conti trimestrali, precisando di voler vendere il vaccino a un costo “inferiore al valore di mercato”. Moderna sta negoziando il prezzo con l’Organizzazione mondiale della sanità affinché sia uniforme a livello mondiale.

Lo scorso agosto Moderna aveva ipotizzato un costo compreso tra i 32 e i 37 dollari a dose. “Ci stiamo attivamente preparando per il lancio del mRna-1273 e abbiamo firmato una serie di accordi di fornitura con alcuni governi nel mondo”, dichiara in una nota il Ceo di Moderna, Stephane Bancel.

“Moderna – aggiunge – è impegnata a garantire i più alti standard di qualità sui dati e sulla rigorosa ricerca scientifica, mentre continua a lavorare con i regolatori per lanciare l’mRna-1273“.

Moderna è tra le società Usa in pole position sul vaccino anti-Covid. Lo scorso marzo è stata la prima ad avviare la Fase 1 dei test clinici in America e ha ottenuto fondi dalla Casa Bianca per svilupparlo nell’ambito dell’operazione lanciata dal presidente Donald Trump, “Warp Speed”.

Quello di Moderna è un vaccino a Rna, dunque che utilizza una sequenza sintetizzata in laboratorio. Oltre 25.000 volontari hanno già ricevuto la seconda dose del vaccino Moderna.

La società deve dimostrare un tasso di efficacia al 75% nella prima revisione (prevista per novembre) e del 57% nella seconda, quella finale, stando ai requisiti dell’autorità Usa Fda (Food and Drug Administration).

Leggi pure:   Luca Ricolfi: "Il governo sta gettando le basi per una rivolta morale"

Solo dopo il 25 novembre, chiederà il via per l’uso emergenziale del vaccino. Bancel ha annunciato la produzione di 20 milioni di dosi entro la fine dell’anno e tra 500 mila e 1 milione entro il 2021.

Avendo ottenuto i fondi federali per lo sviluppo del vaccino, dovrà garantire al governo Usa almeno 100 milioni di dosi al prezzo di 25 dollari ciascuna. La Casa Bianca si è riservata anche un’opzione per altre 400 milioni di dosi.

I titoli Moderna, quotati al Nasdaq, sono passati da un prezzo di 17 dollari ad azione nell’ottobre del 2019 ai 71,40 di oggi. La capitalizzazione di mercato di Moderna è salita a 26 miliardi di dollari.

Fonte

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   L’inquietante report firmato Rockefeller del 2010 che parla di quanto sta accadendo oggi