Non ci prendiamo gioco della malattia, ma di alcuni soggetti ridicoli che ne fanno spettacolo

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ne “IIl Fatto Quotidiano” di ieri si legge del medico, tale dr. Gabriele Congedo, che avrebbe lanciato un messaggio, in dialetto, volgare e senza alcuna morale, diretto a quelli che lui stesso definisce “negazionsiti”. Lo spettacolo delle “tre scimmiette” continua a dare i suoi frutti, vero dottorino?

 

Impossibile trovare il profilo di questo soggetto, probabilmente la stampa utilizza un nome falso, vergogna di una classe di professionisti, ma una cosa vogliamo precisarla, “Negazionista è chi nega una verità”, tu e quelli stupidi come te, negate la vostra stessa dignità con azioni di questo tipo e si, non possiamo utilizzare lo stesso appellattivo che ci riservate, perchè non c’è realtà nel fatto che tu possa possedere un briciolo di dignità umana. Spettacolizzare una tale situazione, così come sta facendo un’intera nazione di pscicopatici, tra giornalisti, politicanti, zanzarologi e medici senza morale come te, siete in molti, è la dimostrazione, laddove dovesse essere necessaria, che questa pandemenza è utile solamente a regalare qualche minuto di notorietà a soggetti che nella vita valgono poco e niente.

L’emergenza sanitaria e le condizioni dei malati in terapia intensiva

Valerio Villari

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   A Palermo se ordini la pizza ti ritrovi i Carabinieri dietro la porta di casa, pronti a sfondarla