Parole, pensieri, umiltà

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Una cattiva idea quella di scrivere in questo momento, ma sono un padre prolifico e le cattive idee sono come figli disobbedienti; occorre, comunque, crescerli amorevolmente ed educarli sapientemente, prepararli alla vita, insomma!
 
E poi, improvvisamente giunge quel proiettile che ti colpisce dentro al cuore, che non uccide però; la solitudine che tutto rende tristemente sbiadito e non deve essere così, non può essere così, perciò…
… imparo ad essere umile estraendo da me questo momento, comprendendo che…
…umili devono essere i passi sulla spiaggia durante una notte illuminata da una luna fluorescente; se ci pensate sono umili passi tutti quelli che non hanno alcuna meta se non il sogno, ed anche i sogni sono umili, belli, dunque veri, sinceri!
Umili come i primi passi di un bambino; incerti, insicuri, ma che sono i ricchi istanti verso la vita.
 
 
Umili istanti, come quando si osserva una vecchia fotografia, magari ingiallita dal tempo, ed i ricordi riaffiorano facendoci avvertire i suoni ed i profumi, le emozioni di quei momenti o quelle che potremmo avvertire se quella fotografia ci appartenesse; quella che sto osservando adesso non mi appartiene, ma l’immagine lì impressa è meravigliosa tanto da creare…
… fantasiosi pensieri che umilmente si affacciano alla vita!
 
L’intimità di ogni ricordo, anche di quelli che ancora non possediamo, ma che vorremmo, richiede umiltà perché vengano a galla senza il timore di essere giudicati, magari da se stessi ed ho imparato a non giudicarmi!
L’umiltà di ogni pensiero risiede nella verità che lo fa nascere; può essere gioioso, triste, ma sempre vero, reale!
Umili e forti sono i pensieri infatti, tutti i pensieri, come le mura di una casa onesta che, comunque, nulla sarebbero senza ciò che contengono o che si desidera contengano; una famiglia, l’amore ed il suo calore…
…ed ho bisogno, credo che per tutti noi sia lo stesso, di questi momenti che i pensieri fanno volare trasformandoli in parole, parole d’amore, aquiloni del cuore verso il cielo della speranza che da brava chirurga quel proiettile estrae!
 
Sono un padre prolifico ed amo esserlo!
 
Valerio Villari
Leggi pure:   Amore d'Amare: Mercurio Disperato
Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.