Vaccino Cinese: invalidità grave, ricovero in ospedale e altri “eventi clinicamente significativi”

Che fai, condividi?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Mentre viene diramato l’annuncio di Pfizer per un vaccino che avrebbe un’efficacia pari al 90% ed intanto che qualche giorno addietro ci era stato comunicato che Moderna era pronta al lancio con un vaccino globale, dal Brasile giungono notizie contrapposte e poco rassicuranti per gli ipocondriaci; le autorità sanitarie, infatti, hanno annunciato la sospensione di un candidato vaccino contro il coronavirus, del laboratorio cinese Sinovac Biotech, dopo che un volontario ha subito un grave incidente. Ovviamente pochi i dettagli a disposizione del pubblico, se non quello che questo tipo di “incidente” potrebbe provocare effetti collaterali potenzialmente fatali, invalidità grave, ricovero in ospedale e altri “eventi clinicamente significativi”.

Prosegue la corsa ad un fantomatico vaccino intanto che si continua a spaventare la popolazione con i dati diramati dai media che mai tengono conto di quelli positivi che farebbero, al contrario, risollevare gli animi, rallentando la corsa verso gli ospedali che, nella maggioranza dei casi, si rivela del tutto inutile. Infatti i guariti alla data di ieri 09 Novembre, dall’inizio di questa Pan”demenzasono 345.289, mentre nella sola giornata precedente sono stati 10.215.
La domanda che gli ipocondriaci dovrebbero porsi è: “se si guarisce, che bisogno c’è di un vaccino e soprattutto perchè dovremmo ancora preoccuparci per una malattia che è curabile?

 

Petruzzu vi ricorda che nella Costituzione Italiana sono regolati i Diritti del cittadino. Essi riguardano il proprio domicilio (art.14) che è "inviolabile" come la libertà personale. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, nè qualsiasi altra restrizione alla libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziara (Art.13). Ogni cittadino può circolare libero all'interno del territorio nazionale (Art.16), riunirsi e manifestare in pubblico (Art.17), professare la propria religione (Art.19) senza limitazioni (Art.20). Diritto inviolabile è l'espressione del proprio pensiero in forma scritta o parlata (Art.21. Secondo l'Articolo 32 della Costituzione, nesssuno può essere obbligato a un trattamento sanitario (tamponi, vaccini, test, utilizzo della mascherina ecc...) se non è previsto dalla legge, non dai DPCM o dalle ordinanze. Allo stesso modo, ognuno può astenersi da un trattamento in forza delle sue convizioni religiose o sociali. L'obiezione di coscienza è un diritto. Un governo democratico consente il confronto tra le varie forze politiche e include anche le forze d'opposizione. Un premier che agisce secondo principi democratici non decide da solo o con i tecnici, ma si confronta con il parlamento.
Leggi pure:   Interessanti le loro tecniche: Chiusa la pagina Fb che sosteneva che i Pronto Soccorso sono vuoti. Merito di #iosonoqui, gli attivisti contro i negazionisti